Warning: Declaration of select_menu_walker::start_lvl(&$output, $depth) should be compatible with Walker_Nav_Menu::start_lvl(&$output, $depth = 0, $args = Array) in /web/htdocs/www.fsi.it/home/wp-content/themes/hottopix/functions.php on line 322

Warning: Declaration of select_menu_walker::end_lvl(&$output, $depth) should be compatible with Walker_Nav_Menu::end_lvl(&$output, $depth = 0, $args = Array) in /web/htdocs/www.fsi.it/home/wp-content/themes/hottopix/functions.php on line 322

Warning: Declaration of select_menu_walker::start_el(&$output, $item, $depth, $args) should be compatible with Walker_Nav_Menu::start_el(&$output, $item, $depth = 0, $args = Array, $id = 0) in /web/htdocs/www.fsi.it/home/wp-content/themes/hottopix/functions.php on line 322

Warning: Declaration of select_menu_walker::end_el(&$output, $item, $depth) should be compatible with Walker_Nav_Menu::end_el(&$output, $item, $depth = 0, $args = Array) in /web/htdocs/www.fsi.it/home/wp-content/themes/hottopix/functions.php on line 322
Sistemi di giudizio - FSI Snowboard Italia Sistemi di giudizio

Sistemi di giudizio

SISTEMI DI GIUDIZIO

Nello snowboard freestyle in HalfPipe e SlopeStyle, dopo anni di cambiamenti e studi si e’ arrivati ad avere due sistemi di giudizio: SLS ed OI. Il primo sistema, l’SLS (Scoring Live System), si usa solo ad altissimi livelli principalmente per due motivi: il dover giudicare correttamente manovre sempre piu’ difficili ed il budget elevato a disposizione. A differenza del OI (Overall Impression) in una gara SLS sono necessari 8 giudici, un capo giuria (HJ) ed un assistente HJ; nell’OI bastano 2/3 giudici ed un HJ.

La principale caratteristica del sistema SLS e’ permettere a rider e coach di capire quale parte della run hanno fatto bene e dove possono migliorare. Il pannello giuria e’ diviso in 4 coppie di giudici; 3 coppie valutano alternativamente ogni singolo trick, mentre la quarta coppia valuta la run nel complessivo. Si ottengono cosi’ delle valutazioni di ogni singolo trick e della run in toto; questo permette di capire dove si e’ andati bene e dove poter migliorare. La possibilità poi dei giudici di dover giudicare solo un trick ogni 3 permette loro di poter valutare meglio ogni singolo trick. Il punteggio dei tricks judge vale il 60% del punteggio mentre quello della coppia di overall judges vale il 40% con un massimo complessivo di 100 punti.

Nell’OI invece i 3 giudici valutano la run nel complessivo tenendo comunque conto di ogni manovra.

In HalfPipe, a differenza dello Slopestyle in cui vengono conteggiati tutti i tricks, vengono conteggiati solo i 4 migliori tricks nel computo dei tricks judges, mentre la coppia di OI judges tiene in considerazione tutta la run.

Un sistema non più utilizzato in HP e’ il separation system; in questo sistema ogni giudice teneva in considerazione fattori diversi. Il giudice A valutava solo i tricks “standard”, ovvero quelli con rotazioni non superiori ai 180°. Il giudice B valutava solo le rotazioni. Il giudice C valutava solo l’altezza dei tricks. Il giudice D valutava la run nel complessivo.

 

CRITERI DI GIUDIZIO

Nelle gare di snowboard freestyle per valutare le run vengono utilizzati i seguenti criteri di giudizio:
Esecuzione – Difficolta’ – Ampiezza – Varieta’ – Combinazioni – Rischio – Progesso – Natura tecnica

ESECUZIONE

L’esecuzione e’ il criterio piu’ importante e puo’ essere diviso in 3 parti: stacco, controllo della manovra, atterraggio.
Stacchi sbilanciati, grab fatti male ed atterraggi sbagliati contribuiscono tutti in maniera negativa sul voto ricev uto dal rider.

 DIFFICOLTA’

Per valutare correttamente una run un giudice deve saper riconoscere la difficolta’ oggettiva di ogni singolo trick. La difficolta’ viene influenzata dal tipo di trick, dal numero di rotazioni effettuate e dal loro asse, dal grab e dallo stile, ad es. bone o tweaked.

AMPIEZZA

Non è scritto male, ho proprio scritto ampiezza e non altezza.. questo perche’ se in HP eseguo un alley-oop non andro’ altissimo ma traslero’ verso il basso ed in un handplant potrei essere completamente steso od essere rannicchiato.. quindi si parla di ampiezza. Dicevamo.. L’ampiezza e’ un criterio chiave per valutare una manovra; piu’ si e’ ampi e piu’ la manovra sara’ difficile. Inoltre in un HP una run alta sulle prime uscite e bassa sulle ultime sara’ valutata meno di una run alta uguale o che sia piu’ alta alla fine che all’inizio.

VARIETA’

In discipline come HP e SS, dove vengono effettuate piu’ manovre concatenate, un atleta che mostra un repertorio di tipi di tricks ampio viene premiato. Una run in cui troviamo rotazioni FS e BS, salti dritti ed in switch, rotazioni piatte e fuori asse, air to fakie e alley oop va considerata maggiormente di una run in cui vengono fatte solo rotazioni FS o solo salti dritti.

COMBINAZIONI

Eseguire due manovre difficili una dietro l’altra e’ piu’ difficile che eseguire due manovre difficili inframezzata da una semplice “di preparazione”.

RISCHIO

La quantita’ di “rischio” presente in una run deve essere valutata dai giudici..Bisogna ricordare che per rischio non intendiamo il rischio di incidenti agli atleti, ma il “rischio” inteso come aumento di difficolta’ nella run; ad esempio una combinazione di trick diffiicili all’inizio del HP o l’andare molto alti aumentano il rischio che, in caso di errore, la run sia compromessa; in caso uno cada all’ultimo salto ha comunque eseguito tutta la run voluta.. se cade alla seconda uscita la run e’ finita.

PROGRESSO

Per progresso si intendono manovre nuove o effettaute con grab diversi dal solito.

 NATURA TECNICA

Nella natura tecnica della run vengono considerati l’uso delle strutture, se ci sono delle correzioni di linea o degli speed check, se ci sono dei reverts, se piccoli errori influenzano la run od il suo scorrere.

 

CERTIFICAZIONE GIUDICI E LIVELLI DI CERTIFICAZIONE:

Uno dei principali obiettivi del World Snowboard Tour è di avere un livello di giudizio standard, dalle gare regionali a quelle internazionali più importanti. A questo scopo è stato sviluppato un sistema di certificazione dei giudici. La certificazione, valida per due anni, viene data al termine dei corsi, nazionali ed internazionali, a seconda dell’esperienza dei giudici e delle loro capacità.
Esistono 6 livelli di certificazione e sono i seguenti:

  • TTR/WSF International PRO HJ Certificate: si può essere Head Judge agli eventi  6 Star.
  • TTR/WSF International PRO Certificate: si possono giudicare eventi 6 Star ed essere Head Judge agli eventi  5 Star.
  • TTR/WSF A Level Certification: si possono giudicare eventi 4 and 5 Star  ed essere Head Judge agli eventi 4 Star.
  • TTR/WSF National B Certificate: si possono giudicare eventi 1-4 Star ed essere Head Judge  fino agli eventi 3 Star.
  • TTR/WSF National C Certification: si possono giudicare eventi 1–3 Star  ed essere Head Judge agli eventi 1 e 2 Star.

Format e didattica dei corsi giudici
Esistono due livelli di corso giudici: uno nazionale ed uno internazionale.
Al corso nazionale possono partecipare tutti i tesserati FSI e dura due giorni. Il corso si basa sul riconoscimento dei tricks, i sistemi di giudizio ed i format di gara, con il supporto di testi ed analisi video. Alla fine del corso viene effettuato un test teorico ed uno pratico basato su video di gare.
Il superamento dei test permette di accedere alla certificazione nazionale C; l’esperienza sui campi di gara ed il numero di gare giudicate permette poi di raggiungere la certificazione nazionale B.

Al corso internazionale possono partecipare i giudici con il livello B raccomandati dalla FSI ed i giudici gia’ in possesso delle certificazioni superiori. Il corso internazionale si focalizza sulle strategie di giudizio in eventi di alto livello e sul lavoro degli head judges. La partecipazione al corso internazionale, unita alle esperienze di giudizio in gare precedenti, permette di raggiungere la certificazione A. Giudici che hanno maturato esperienza in gare 4 e 5 Star e mostrato ottime capacità di giudizio vengono certificati con il livello PRO.